mercoledì, dicembre 12, 2018
Eating Out

ALL’OKTOBERFEST, DAL 16 SETTEMBRE, ASSIEME AD ALBERT EINSTEIN

In occasione dell’inizio della 184^ edizione della più grande festa popolare al mondo, foodiestrip ne ripercorre la storia, gli aneddoti e le caratteristiche

Il padre di Einstein era proprietario di un’azienda di apparecchiature elettriche, ed elettrificò tutta la zona della festa. Lo stesso Albert partecipò all’allestimento del tendone Schottenhamel, in occasione dell’Oktoberfest del 1896.

Probabilmente, Einstein aveva già in mente la Teoria della Relatività mentre avvitava lampadine, ma certamente non immaginava che quella festa, nata nel 1810 per celebrare il matrimonio tra la principessa Teresa e il principe Ludovico, poi divenuto re come Ludovico I o Luigi I di Baviera, potesse divenire la festa popolare più grande al mondo, in grado anche di doppiare i visitatori del Mondiale di Calcio del 2014.

Nata come una cinque giorni di divertimenti organizzata al Theresienwiese, un terreno di 42 ettari alle porte di Monaco di Baviera (e oggi ad appena 20’ di cammino da Marienplatz), la prima edizione della Wiesn, così come la chiamano gli abitanti della città, comprendeva come maggiore attrazione una corsa di cavalli, ben presto abolita e fatta rivivere solo in pochissime occasioni, l’ultima delle quali nel 2010, anniversario dei 200 anni della festa.

Ma già a partire dal 1811 l’evento aveva cominciato ad ampliarsi e ben presto gli fu accordata cadenza annuale dal comune di Monaco. Sospesa la corsa dei cavalli, infatti, cominciò a tenersi una “Festa centrale dell’agricoltura” che oggi si rinnova una volta ogni tre anni, e nella città bavarese iniziarono a radunarsi giostrai e attrazioni di ogni tipo. Tuttora, infatti, all’Oktoberfest sono presenti giostre come lo “Schichtl”, apparso al Theresienwiese per la prima volta nel 1869.

Ma la protagonista assoluta della festa è la birra, tanto che la frase d’apertura, pronunciata dal sindaco di Monaco è <<O’zapft is!>>, ossia <<È stappata!>>, intendendo con questa espressione l’apertura della prima botte.

Al Theresienwiese sono presenti, oggigiorno, 14 stand principali nei quali si servono le sei marche di birre storiche bavaresi: PaulanerSpatenHofbräuHacker-PschorrAugustiner e Löwenbräu. I tendoni sono enormi, e possono contenere dalle 5.000 alle 10.000 persone. A Monaco, comunque, birrerie tanto grandi esistono da secoli. Quella storicamente più nota, purtroppo non più esistente, è addirittura stata protagonista di un colpo di stato, il “Putsch della birreria”, che ebbe luogo nella notte tra l’8 e il 9 novembre del 1923 presso la Bürgerbräukeller, di proprietà della Löwenbräu. Autore del tentativo fallito fu Adolf Hitler, che in seguito a quei fatti finì in prigione e scrisse il “Mein Kampf”.

L’edizione 2017 dell’Oktoberfest, la 184° dalla nascita (la Wiesn è saltata in 24 occasioni, sempre a causa di guerre o pestilenze) avrà inizio il 16 settembre e terminerà il 3 ottobre.

Continuate a seguirci: prossimamente vi daremo qualche consiglio per partecipare a quello che è il più grande carnevale umano al mondo.

This post is also available in: English (Inglese)

Ambra Del Moro
Mi chiamo Ambra Del Moro per dirla tutta. Sono laureata in Lingue Moderne e per dieci anni sono stata cittadina del mondo, risiedendo in ordine sparso tra Germania, Stati Uniti, Belgio e Disneyland. Per il momento sembra abbia messo radici. Nella gaudente Repubblica di Foodiestrip.