sabato, giugno 23, 2018
Le rpime statistiche di foodiestrip
Eating Out

I PRIMI DATI DI FOODIESTRIP: IL TREND D’UTILIZZO DEL WEEKEND 12-14 GENNAIO

Ad un mese e mezzo dall’uscita dell’app possiamo iniziare ad illustrare i primi dati sull’utilizzo e le preferenze degli utenti, i foodies

Il periodo preso in esame è quello del weekend che va dal 12 al 14 gennaio, e dunque i dati che vi illustreremo sono relativi ad un periodo dell’anno poco attrattivo per i ristoratori, poiché seguente a quello festivo.

In effetti, un calo c’è stato rispetto ai precedenti weekend, ma è stato meno incisivo della media nazionale. È ancora presto per i dati di gennaio 2018 riguardanti il mercato del fuori casa nazionale, ma la media degli ultimi anni si è sempre attesta intorno al -2,3%. Il calo dei check-in di foodiestrip, invece, si è fermato al -0,8% rispetto allo stesso periodo di dicembre, un dato che indica l’alta fidelizzazione dei foodies.

Iniziamo, dunque, con i dati riguardanti il weekend 12-14 gennaio 2018.

Le città in cui la community non si è mostrata sazia dopo le abbuffate festive sono state, al Nord, Milano, Vicenza, e Trento.

Al Centro, in Umbria domina Perugia, in Toscana Firenze ed in Emilia Modena e Parma.

Al Sud è la Puglia a farla da padrone, con le province di Lecce e Bari tra le più attive.

Per quanto riguarda l’estero, il picco d’utilizzo si è avuto in Giappone e in Olanda. Nel paese del Sol Levante, è stata Fukuoka la città ad aver collezionato più passaggi, mentre nei Paesi Bassi si è messa in evidenza Eindhoven.

In Italia le attività più frequentate sono state le pizzerie e i ristoranti, mentre all’estero i ristorati hanno collezionato lo stesso numero di check-in dei bar/aperitivo. Quest’ultimi, invece, hanno dominato lo scenario olandese.

I giovani dai 25 ai 35 anni sono stati i più attivi sulla piattaforma, anche se l’incremento degli adulti (età media 53 anni) è stata del +12%.

 

This post is also available in: English (Inglese)

Press Office
FoodiesTrip press office