lunedì, gennaio 21, 2019
Eating Out

MUSICA E LOCATION: UN BINOMIO INSCINDIBILE

La musica incide moltissimo all'interno di un ristorante. E il rapporto tra musica e location è da sempre molto stretto, poichè "l'appetito è per lo stomaco quello che l'amore è per il cuore. Lo stomaco è il direttore che dirige la grande orchestra delle nostre passioni”

Il Maestro Rossini era un grande gourmet, e sapeva bene che musica e cibo sono un binomio inscindibile. Ciò che ascoltiamo all’interno di un locale, infatti, può influenzare il giudizio su atmosfera e setting, ossia su quell’aspetto fondamentale della ristorazione che è la location.

Ognuno dei 5 sensi è coinvolto nel corso dell’esperienza culinaria. Ci piace vedere un antipasto ben impiattato; l’odore inebriante di una buona zuppa può ricordarci i pranzi domenicali vissuti in casa della nonna; vogliamo sentire la consistenza della pizza tra le dita e, solo a conclusione dell’esperienza, assaporare ognuna di queste pietanze.

Ma quello che tendiamo a dimenticare, o a dare per scontato, è il coinvolgimento dell’udito. Eppure, ciò che ascoltiamo all’interno di un locale influenza il nostro modo di mangiare, la permanenza e, di conseguenza, le ordinazioni che faremo. Alcuni studi hanno dimostrato che spesso è la musica a decidere se masticheremo in fretta o lentamente, e il sapore risente della masticazione.

Ma non sono necessarie ricerche scientifiche per considerare la rilevanza dell’udito a tavola. In alcuni casi, come quello di una baguette croccante, è la nostra stessa esperienza a suggerircene l’importanza.

La playlist di un locale, quindi, è un aspetto fondamentale: se ci piace la musica che stiamo ascoltando, e quindi l’atmosfera che ne deriva, saremo anche più propensi a tornare in quel posto. In questo senso sono state create addirittura delle App per coordinare, tramite un algoritmo matematico, pietanza e musica.

Ma la musica può essere utilizzata anche come un calmante. È il caso inglese dell’utilizzo di musica classica all’interno… dei fast food! Per evitare risse notturne, infatti, cosa c’è di meglio di un Notturno di Chopin?

Commenti

Commenta qui .....

This post is also available in: English (Inglese)

Leave a Response

Ambra Del Moro
Mi chiamo Ambra Del Moro per dirla tutta. Sono laureata in Lingue Moderne e per dieci anni sono stata cittadina del mondo, risiedendo in ordine sparso tra Germania, Stati Uniti, Belgio e Disneyland. Per il momento sembra abbia messo radici. Nella gaudente Repubblica di Foodiestrip.