LE FRAGOLE BIANCHE O FRAGOLE-ANANAS: LA MAMMA DI TUTTE LE FRAGOLE - Foodiestrip.blog
sabato, Agosto 15, 2020
LE FRAGOLE BIANCHE O FRAGOLE-ANANAS: LA MAMMA DI TUTTE LE FRAGOLE
Tendenze

LE FRAGOLE BIANCHE O FRAGOLE-ANANAS: LA MAMMA DI TUTTE LE FRAGOLE

Le fragole bianche (fragole-ananas o pineberry) sono originarie del Cile e da loro provengono, tramite incroci, le comuni fragole rosse. Ecco la loro storia e i valori nutrizionali

Le fragole bianche o fragole-ananas

A Purèn, un piccolo comune cileno sulla costa, in provincia di Malleco, esiste ancora il ceppo che ha dato vita alle nostre fragole.

Già, le fragole europee non sono europee. O meglio, di europeo mantengono il colore, il rosso. Per il resto, le fragole bianche cilene sono le capostipiti di tutte le fragole del mondo.

Nell’antichità, infatti, i frutti (anzi, i falsi frutti) citati da Plinio, Virgilio e Ovidio erano solo quelli selvatici, le piccolissime fragole di bosco (Fragaria vesca).

Poi, la scoperta del Nuovo Mondo cambierà per sempre le fragole. Nel 1614, infatti, il missionario spagnolo Alfonso Ovalle scoprì, in Cile, nelle campagne attorno a Concepción, frutti particolarmente grandi che saranno chiamati Fragaria chiloensis, ossia fragola del Cile. Passeranno cento anni, però, prima che un viaggiatore francese, Francois Frezier, ingegnere al servizio di Luigi XIV, deciderà di portare alcune piante cilene in Francia. Durante il viaggio si salvarono solo cinque piante, ma basteranno per far sì che, nel 1766, a Brest nascano le fragole moderne grazie al botanico Nicolas Duchesne. Sarà un incrocio a formarle, e più precisamente quello tra la Fragaria Virginiana degli Stati Uniti (sempre una fragola di bosco) e la bianca cilena.

Questo primo incrocio, che è la Fragaria ananassa, sarà ibridato più volte per creare nuove varietà, sempre più grandi e rosse.

La fragola bianca cilena

LE FRAGOLE BIANCHE O FRAGOLE-ANANAS: LA MAMMA DI TUTTE LE FRAGOLE

La fragola bianca cilena o pineberry hanno una forma tondeggiante e una piccola punta. La pelle è bianca o rosata, con puntini rosa o rossi. L’aroma è delicato, molto dolce, e quelle del territorio di Purén sono presidio Slow Food. Le altre zone in cui si coltivano in Cile sono il Manzanal, un’area riparata vicina alla Cordigliera Nahuelbuta.

I terreni utilizzati, ritagliati nei boschi, sono argillosi e poveri. Per 14 ettari di piantagione servono circa 26 agricoltori. La raccolta inizia dopo il 20 novembre e termina a metà gennaio, facendo delle pineberry o fragole-ananas il frutto tipico del Natale e del Capodanno cileno.

Le fragole bianche in Europa

Negli ultimi anni, a partire dal 2003, gli olandesi hanno saputo rilanciare la pineberry anche in Europa, per cui se volete acquistare semi di fragole bianche, adatte ad essere coltivate in vaso o sul balcone, potete affidarvi alle White Dream del catalogo Bakker (non sempre presenti).

Le White Jewel giapponese: fragole bianche, dolci ed enormi

I giapponesi sanno apprezzare la bellezza e amano la frutta.

Nel paese del Sol Levante, infatti, c’è una grande fascinazione per la frutta particolare e 108 fragole di diverso tipo e colore sono state vendute addirittura per 13700 dollari. Lo stesso vale per ananas e cocomeri.

Come è successo per il whisky, poi, hanno saputo portare ad altissimi livelli la produzione della fragola bianca.

Non si tratta di una pura cilena ma di un incrocio, coltivata nella zona di Karatsu da Yasuhito Teshima.

Molto grandi, perfettamente bianche o appena rosate, le white jewel sono coltivate su piccola scala. Diversamente non sarebbe possibile: sono solo il 10%, infatti, le fragole bianche giapponesi che arrivano ad essere vendute. Di conseguenza, una confezione costa qualcosa come 40 dollari. Certo, niente a che vedere con le Bijin Hime, fragole (stavolta rosse) che possono pesare fino a 100 grammi ciascuna e il cui prezzo arriva ai 400 euro al pezzo (sì, al pezzo, ossia a fragola).

Calorie e valori nutrizionali della fragola-ananas, pineberry

LE FRAGOLE BIANCHE O FRAGOLE-ANANAS: LA MAMMA DI TUTTE LE FRAGOLE

La fragola bianca contiene circa 107 kcal per ogni 100 grammi

Di questi:

1. 0.2g sono grassi

2. 1mg di sodio

3. 268mg di potassio

4. 26.5g di carboidrati

5. 1.8g di fibre

6. 21.9g di zuccheri

Inoltre, il colore bianco della pineberry è dato dall’assenza dell’allergene Fragaria A1, e ciò offre la possibilità di consumare questo tipo di fragole anche a chi è allergico a quelle rosse.

La fragola bianca in cucina

Le fragole in cucina hanno da sempre avuto un posto d’onore tra la frutta e sui dolci. Lo stesso si può fare con le pineberry; in particolar modo, se si vuole utilizzarle in una macedonia, si possono aggiungere di miele o zucchero di canna. Provate, poi, a fare una torta di fragole bianche o a usarle come guarnizione per piatti più ricercati, anche per primi o secondi

Commenti

Commenta qui .....

This post is also available in: English (Inglese)

Leave a Response

Barbara Ficetola
Mi chiamo Barbara Ficetola e vissi d’arte. Prima ho frequentato l’Istituto d’Arte, e poi l’Accademia delle Belle Arti di Firenze. Ah, permettetemi di raccontarvi una leggenda. Immaginate una laureanda alla presentazione della propria tesi. Una commissione immancabilmente distratta, al pari della relatrice di tesi. Poi la ragazza comincia a narrare: parla d’arte, e di come farla percepire ai non vedenti del centro bolognese “Francesco Cavazza”. L’arte visuale per eccellenza da una parte, dall’altra chi non può goderne. Leggenda vuole che i ciechi videro, e la relatrice distratta pianse. Strane storie le leggende. Non hanno futuro. Non hanno passato. Ma lasciano visioni del mondo. La mia visione artistica ora la dedico a Foodiestrip. E, promesso, non mi occupo più né di futuro, né di passato, né di leggende.