mercoledì, novembre 14, 2018
Halloween
Linea Diretta

COME ORGANIZZARE LA NOTTE DI HALLOWEEN

Siete proprietari di un ristorante o di un bar e volete organizzare una notte di Halloween da brivido? Ecco come fare per far sì che la clientela si diverta, consumi e si ricordi di voi

Che lo vogliate o no, la festa di Halloween è entrata nell’immaginario italiano e, complice la giornata libera del 1° novembre, viene festeggiata praticamente da tutti, dai giovani alle famiglie.

Per Halloween, quindi, è fondamentale saper attrarre più clienti possibili per rimanere impressi nella mente della clientela e per reggere il confronto con i competitor.

In questo senso, potrebbe darvi una grande mano organizzare una festa a tema per Halloween, sia nel caso siate proprietari di bar che di ristoranti o dopocena.

Vediamo dunque come e quali aspetti curare nell’organizzazione e nell’addobbo per una “notte delle streghe” da ricordare.

Halloween

Halloween comincia giorni prima del 31 ottobre

Già tempo prima di Halloween sarà necessario pubblicizzare la serata nei modi più disparati, dalle locandine nel vostro locale ad una piccola campagna sui vari social.

La vostra stessa struttura, poi, deve essere la prima testimonial di quanto accadrà il 31 ottobre. Di conseguenza, già l’esterno del locale deve essere addobbato e attrarre l’attenzione.

L’allestimento per il periodo e la notte di Halloween

Naturalmente, ogni tipo di attività deve farlo in un modo proprio, in linea con lo spirito del proprietario e il target della clientela. Nel caso ci si rivolga a quelli che abbiamo definito in foodiestrip come clienti “veraci”, ossia la tipologia Concessivo/Buongustaio, si può badare al sodo richiamando la più classica iconografia di Halloween, senza neanche esagerare. Se il tipo di clientela è più esigente, invece, sarà bene essere più raffinati e originali nella scelta degli addobbi. Di più: se il vostro locale è un ristorante etnico, ad esempio, legate la festa a quella tradizionale del paese di provenienza del vostro tipo di cucina (ogni paese ha la propria festa dei morti).

Tornando all’allestimento dell’esterno, utilizzate luci (siamo al 31 ottobre e farà notte presto) e non fate mancare la classica zucca per far sì che il party sia subito riconoscibile.

Ciò che conta è che ci sia uniformità e l’atmosfera di Halloween sia richiamata in ogni aspetto fin nel più piccolo dettaglio.

Halloween

Di addobbi ce ne sono un’infinità. Dalle chincaglierie più piccole a scheletri di dimensioni originali, negli ultimi anni vanno per la maggiore quelli animati. Nota bene: evitate le pecionate! L’ovatta non è neve né, tantomeno, una ragnatela “particolarmente pesante”. Inoltre, non esagerate: il troppo stroppia anche nelle decorazioni di Halloween e alcune persone potrebbero essere disturbate da certe immagini troppo forti.

Il look del personale per Halloween

Sì, più che appesantire il locale con un’infinità di chincaglierie, forse è meglio chiedere al personale di indossare qualche maschera (per poco, certo: immaginate un cameriere con un enorme maschera di gomma in testa per ore?). Se avete dato un tema particolare, fate sì che i vostri collaboratori lo seguano con i loro costumi.

Quella di Halloween è una festa in maschera?

Potrebbe esserlo ma non fatene un obbligo a meno che non siate un locale o una discoteca che abbia deciso di creare un evento particolarmente esclusivo. Molti, infatti, non gradiscono i travestimenti o non hanno tempo o voglia di vestirsi: escluderli dalla serata potrebbe crearvi un danno economico. Per chi vuole vestirsi, invece, utilizzate anche i vostri canali facebook per consigliare dove e come acquistare costumi.

L’happy hour e il finger food di Halloween

Vi sconsigliamo di servire piatti del genere. Detto questo, potete sbizzarrirvi con un’infinità di ricette e finger food da servire per l’happy hour o come spuntino nella lunga notte di Halloween. Ce ne sono davvero di ogni tipo e per prepararli non ci vuole poi molto. Alcuni coloranti o un taglio adeguato di arance e limoni possono tematizzare i vostri cocktail, mentre il finger food può essere personalizzato con bandierine e guarnizioni di zucchero (tra l’altro, tartine, tramezzini, cupcake in stile Halloween si possono ordinare e acquistare facilmente). Infine, non sottovalutate l’ananas che nella notte delle streghe vale poco meno della zucca: si può trasformare in “zucca di Halloween”, utilizzarne il contenuto per i cocktail o per gli spuntini di frutta e la scorza per le decorazioni. Forse per il loro ciuffo che simula una ciocca di capelli elettrizzati o la scorza irregolare ma con la forma di una testa, l’ananas è un’idea creativa che sta prendendo piede nell’ultimo periodo e con l’utilizzo di un corer per ananas, la realizzazione risulta essere molto facile e veloce.

Occhio, però: ricordate sempre che la zucca rimane la protagonista anche nel cibo.

Gli spettacoli di Halloween

Halloween

Dagli sputafuoco allo spettacolo di un mentalista, dall’illusionista alla finta e ironica seduta spiritica, gli eventi da organizzare nella notte di Halloween sono molteplici. Inoltre, vi permetteranno di offrire un servizio ulteriore e attrarre più clienti.

In conclusione, non siate pigri e datevi da fare. Halloween in Italia è una festa completamente pagana (nel senso di pagare, consumare) e quindi le persone escono e spendono. L’offerta negli anni è diventata massiccia e variegata, per cui sarà necessario rimanere al passo, competere nel mercato e dar sfogo alla voglia di far festa degli italiani.

 

Foto Diet Bos, www.pianetadesign.it

This post is also available in: English (Inglese)

Alessio Poliandri
Mi chiamo Alessio Poliandri. E sono un informatico. Oltre che “business brother” di Fabrizio Doremi con cui oltre all’anno di nascita, condivido la fondazione di Wiloca, quella di Foodiestrip e tutta una serie di passioni che solo noi nerd possiamo capire. Ad esempio il tema di Star Wars. Per voi è una colonna sonora. Per noi è un inno. Con un rituale di iniziazione all’interno.